-

Registro Akashico. Il Libro della tua Vita

GUARIGIONE AKASHICA - SANACION AKASHICA
VIAGGIO SCIAMANICO, RI-ATTIVAZIONE ABBODANZA E PROSPERITA'
GUARIGIONE CON LA NUOVA MEDICINA ERA "CONFLITTO E MALATTIA"
GUARIGIONE MUSHOI con uso di frequenze nergetiche di guarigione 
                            

PULIZIA E EQUILIBRIO DEI CHAKRA E DELL'AURA

GUARIGIONE  E BILANCIAMENTO DEI CHAKRA


Bilanciamento dei chakra, pulitura dei chakra e guarigione dei chakra sono tutti termini che significano essenzialmente la stessa cosa.

“Chakra” è  parola Sanscrita che significa “ruota” o “cerchio”. I chakra sono sottili centri vitali di energia connessi alla spina dorsale, rappresentano aree vitali importanti e sono anche responsabili per certe reazioni fisiologiche nel corpo.

I chakra possono essere visti come un’interfaccia fra la materia e la coscienza. Bilanciamento dei chakra, pulitura dei chakra e guarigione dei chakra significa fare in modo che i chakra funzionino correttamente.

L’energia nei chakra si può bloccare e allora non funzionano al loro massimo potenziale. Questo può risultare in disturbi mentali, fisici e psicologici. La guarigione dei chakra è il processo di eliminare questi blocchi così che i chakra possano funzionare correttamente.


GUARIGIONE DELL’AURA, PULIZIA DELL’AURA E BILANCIAMENTO DELL’AURA


Purificazione dell’aura, pulizia dell’aura e bilanciamento dell’aura sono tutti termini analoghi a guarigione dell’aura.

In poche parole, l’aura è il campo energetico umano che circonda il corpo.


Tutto nell’universo è composto da energia. Questo campo di energia è conosciuto dalle antiche culture dell’Estremo Est da migliaia di anni. Il campo di energia ha nomi differenti in differenti culture. In medicina cinese viene chiamato Wei Chi. La Medicina Ayurvedica e lo yoga hanno descrizioni molto dettagliate dell’aura e dei vari metodi per guarirla.


Questo campo di energia è molto sottile e può essere visto da alcune persone. Maestri Qigong, saggi, yogi e chiaroveggenti hanno tutti fornito descrizioni analoghe dell’aura. L’aura consiste di diversi strati e colori ed i colori e la forma dell’aura possono cambiare a seconda di cose come gli stati mentali ed emozionali. Secondo alcune tradizioni i mal-essere si manifestano prima nell’aura ed in seguito nel corpo. La guarigione dell’aura, la pulitura dell’aura, il bilanciamento dell’aura e la sua purificazione hanno tutti come finalità il riportare l’aura al suo equilibrio ed armonia.


I DIVERSI CORPI SOTTILI DELL'AURA

L’AURA ETERICA
E’ il primo “guscio”, molto sottile, appena più grande del corpo fisico, ma vibra a un livello più elevato di quello fisico: si potrebbero paragonare alla mano ed al guanto. 
Si spinge fino a 5 cm dal corpo fisico ed è composta da una serie di linee luminose di un colore che va dall’azzurro chiaro al grigio. Più il soggetto è fisicamente forte, più spessa è l’aura e più intenso il colore grigio. In quest’aura confluiscono tutte le sensazioni fisiche, la vitalità fisica e le riserve energetiche del corpo. Un’aura eterica forte conferisce vigore fisico, vita sessuale e sensuale soddisfacente, appetito corretto, sonno regolare.

L’AURA EMOTIVA
Sporge dal corpo di circa 10 cm ed è il secondo “guscio”. Non riproduce con fedeltà la forma del corpo, ma si tratta di una serie di addensamenti di luce fluttuante di vari colori. E’ collegata alle emozioni e ai sentimenti consci verso se stessi. Se il soggetto prova sentimenti positivi, cioè se ha un buon rapporto con se stesso, l’aura ha colori vivaci e vari; in caso contrario ha colori cupi. Un’aura emotiva negativa avrà ripercussioni anche sul fisico.

L’AURA MENTALE
Ha uno spessore di circa 20 cm ed è formata da una serie di linee di luce di colore giallo concentrate attorno alla testa e alle spalle, da dove scendono a “ricoprire” tutto il corpo. E’ la sede del pensiero razionale e definisce il nostro livello di lucidità mentale, la nostra capacità di apprendimento. Se l’aura mentale e aura emotiva operano armoniosamente fra loro, noi ci sentiamo sicuri e a nostro agio. Un’aura mentale troppo forte rispetto alle due precedenti spingerà la persona a risolvere i suoi problemi con l’aiuto della ragione tagliando fuori sentimenti ed emozioni. Se è fragile o poco sviluppata o ha assorbito molta negatività durante l’infanzia, l’individuo ha scarse capacità di reagire alla negatività e scarse capacità di assimilare e utilizzare la positività.

L’AURA ASTRALE
Si espande fino a 30 cm dal corpo fisico ed è visibile come un fluido omogeneo di luce di vario colore. Questo “guscio” racchiude emozioni, gioie, dispiaceri, la sensibilità della persona nei rapporti con gli altri. Un’aura astrale di colore scuro e di consistenza densa segnala vulnerabilità emotiva, desiderio di solitudine, aridità, affettiva; un’aura astrale ben sviluppata dona la capacità di percepire con la sensibilità persone e ambienti, di avere rapporti stabili e soddisfacenti, di considerare l’amore uno dei cardini della vita. L’aura astrale è il ponte di passaggio fra il mondo fisico e quello spirituale.

L’AURA ETERICA MATRICE
Sporge fino a 60 cm dal corpo fisico ed è composta di linee trasparenti su uno sfondo blu cobalto. Contiene le impronte o matrici del futuro dell’individuo. Chi ha quest’aura forte ed equilibrata si sente realizzato in ciò che fa, non ha la sensazione di essere fuori posto, si sente in armonia con ciò che lo circonda, tende a portare a termine i progetti, è scrupoloso e affidabile. Se quest’aura è negativa, il soggetto non è soddisfatto delle cose che fa, non ha un progetto o uno scopo nella vita, tende a sentirsi sfruttato, è disorientato, incontra difficoltà a comprendere concetti complessi.

L’AURA CELESTIALE
Giunge fino a 70 cm dal corpo fisico ed è composta di raggi di luce iridescente che si dipartono dal centro del corpo. Se i raggi sono intensi e rettilinei, quest’aura è forte ed equilibrata. Presiede all’emotività spirituale, all’amore divino, alla meditazione e alla preghiera.

L’AURA CAUSALE
Sporge dal corpo fino a 100 cm ed è composta di filamenti intrecciati di intensa luce dorata che avvolgono tutto il corpo formando una specie di uovo, detto uovo aurico, nel quale sono racchiusi tutti gli strati dell’aura. Ci collega con le energie superiori e con l’universo, ci rende capaci di distacco e di grandi imprese quali l’autoguarigione, la preveggenza. Quando questa aura è forte ed equilibrata, la persona sa esprimere la creatività e sa capire il significato della vita.



"Non si può cercare di guarire il corpo senza  di guarire l'anima" 



EMOZIONI E GUARIGIONE ENERGETICA


Le emozioni hanno un ruolo importante nel mantenere buona salute. Dal punto di vista della Medicina Tradizionale Cinese molte malattie sono causate dal reprimere le emozioni. Le emozioni represse possono essere trattenute negli organi interni del corpo ed ogni emozione è associata con un particolare organo interno:

  • Il fegato immagazzina la rabbia,
  •  i reni la paura, 
  • la milza le preoccupazioni, 
  • i polmoni l’afflizione,
  • e la tristezza e le emozioni represse nel cuore possono causare mancanza di gioia.

 Nella Medicina Cinese le emozioni non sono né buone né cattive, ma sono soltanto parte dell’essere umano.

Purtroppo ai bambini viene insegnato fin da piccoli che le emozioni sono cattive e così tendono a reprimerle. Quando le emozioni vengono represse possono creare blocchi energetici nell’organo corrispondente. 

Quando questo accade si rallenta la circolazione energetica in questo organo e si accumulano delle tossine. Per esempio, quando viene repressa la tristezza possono verificarsi problemi nei polmoni e ne possono derivare problemi respiratori. Il reprimere la paura può causare blocchi nei reni che possono estendersi agli organi riproduttivi, alle ossa, alle orecchie e altrove.

Quale è il modo migliore per avere a che fare con le emozioni? La prima cosa da fare è di accettarle e lasciarle esistere e non farle essere né buone ne cattive o diventare noi stessi buoni o cattivi. L’emozione semplicemente è.

Osservare l’emozione e sentirla appieno è il modo per non immagazzinarla nel corpo. Esistono tre emozioni primarie: rabbia, paura e tristezza.L’agire in modo appropriato quando ci si sente in uno stato emozionale è molto importante. 


  • Se vi sentite arrabbiati riconoscetelo e sentite la rabbia, ma non scaricatela sugli altri


  • Se vi sentite tristi piangete se vi sentite di farlo e se è il luogo adatto per farlo. Il piangere in situazioni che non sono di sostegno e in luoghi come il posto di lavoro generalmente non sono un luogo appropriato. 


  • Se ci si sente tristi e non possiamo esprimere la tristezza è meglio pensarci più tardi una volta a casa, dove si può ripensare alla situazione che ha causato tristezza e lasciarsi andare là.


  •  Se ci si sente ansiosi significa che stiamo reprimendo paura ed altre emozioni. L’ansietà non è un’emozione, ma una resistenza al sentire un’emozione. L’ansietà agisce come il coperchio di una pentola a pressione nell’impedire che le emozioni affiorino alla superficie. Ci possiamo chiedere quale emozione stiamo reprimendo, per esempio “sto reprimendo la paura”, e se sì dire semplicemente “sto sentendo paura”. Trovata l’emozione giusta, in questo esempio la paura, la paura può iniziare ad allentarsi e la sensazione di ansia se ne va, lasciando predominante la sensazione di paura. Quando sentirete completamente la paura allora la paura inizierà eventualmente a dissiparsi e spesso questo avviene molto velocemente.

  • Anche l’irritazione può essere segno di rabbia repressa. Anch’essa è come un coperchio sulle emozioni. Se noi riconosciamo che ci sentiamo arrabbiati essa inizia a rilasciarsi. Quando iniziamo a fare questo ci può volere un poco di tempo per sentire le emozioni perché possiamo aver passato degli anni a reprimerle.


Quando sentiamo l’emozione appieno possiamo allora iniziare a sentire pace. Inizialmente ci possono essere molte emozioni represse che dobbiamo rilasciare. Occorre una grandissima quantità di energia per reprimere le nostre emozioni e quando le rilasciamo possiamo avere molta più energia per noi stessi e migliorare il nostro stato di salute perché stiamo rilasciando i blocchi.

Uno dei molti metodi che può aiutare a rilasciare le emozioni represse e ritrovare la salute e la vitalità è tramite la Guarigione Energetica anche  Distanza. 


Perché funziona la guarigione energetica a distanza?

La guarigione energetica a distanza, nota anche come guarigione remota e guarigione in assenza è stata praticata nel lontano est per centinaia di anni.

 Nei tempi moderni molte modalità di guarigione a distanza vengono riconosciute anche nell’ovest. Queste pratiche di guarigione a distanza vengono studiate clinicamente in luoghi come il California Pacific Medical Center. Gli studi recenti sono stati finanziati dall’Institute of Noetic Sciences.

Uno studio scientifico ha confermato gli effetti positivi della cura a distanza tramite la preghiera. E’ stato effettuato dal cardiologo Robert Bryd su un campione di quasi 400 pazienti ed ha determinato che le persone per cui si era pregato avevano avuto migliori risultati di quelle per cui non si era pregato. 

Alcuni scienziati stanno ora riconoscendo ciò che i mistici di vari tradizioni hanno detto per millenni, cioè che siamo tutti interconnessi e non siamo separati.

La cura energetica a distanza può essere trasferita a lunghe distanze perché siamo tutti interconnessi. Non fa alcuna differenza che chi trasmette l’energia è in un altro stato di chi la riceve.








google3d61a98efcb777c9.html